La crisi greca a ritroso. Cos’è cambiato?

Quasi due anni fa avevo scritto un post intitolato “Vivere in un paese sull’orlo della bancarotta” e rileggerlo ora con la crisi greca nel suo pieno apice credo sia abbastanza indicativo.

La crisi, da allora, è ulteriormente peggiorata e in questo ultimo periodo ai dati disastrosi relativi alla disoccupazione si sono aggiunti quelli purtroppo prevedibili di un aumento esponenziale della criminalità: furti, negozi rapinati e case svaligiate sono all’ordine del giorno, a volte con il tristo corollario di violenze e vittime.

Ieri, giorno di festa nazionale in cui volano gli aquiloni sopra la città, presso l’Acropoli e in tutte le maggiori città della Grecia venivano organizzati angoli di ristoro per le famiglie che si radunavano in quei luoghi ormai tradizionalmente adibiti al volo degli aquiloni: si balla, si canta, si mangia. Ma quest’anno le file per avere un po’ di fasolada e lagàna (una sorta di grossa focaccia tipica di questa ricorrenza) erano più lunghe che negli anni passati e a farle non erano tanto le famiglie quanto gli anziani, uomini e donne che vivono con pensioni da fame (3-400 euro al mese) ulteriormente abbassate dalla recente decisione del governo, istigato dalla famigerata troika.

Poi per fortuna c’è anche la Grecia solidale, con i supermercati che raccolgono viveri proprio per chi non ce la fa più e ha difficoltà non arrivare a fine mese, ma alla fine di ogni settimana. Chi fa la spesa può comprare un pacchetto di pasta, o una scatola di sugo o qualsiasi cosa, per i meno fortunati che la spesa non se la possono più permettere e il tutto viene raccolto e poi distribuito in centri di assistenza.

Mi piace chiudere con questa immagine, mesta ma che secondo me in controluce riverbera un alone di speranza; e mi piace pensarla come l’immagine da cui far ripartire questo paese, che di speranza ha davvero bisogno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...