mai fidarsi dei ricordi

Se vi chiedessero, per un grosso favore (un favore enorme, avete un problema gravissimo), di pagare una cifra irrisoria rispetto al vantaggio ottenuto e, in aggiunta, di prendere come ricordo un oggetto di scarso valore che vi appartiene? Accettereste?
E’ quello che fanno in molti, umani e alieni, mutanti e non, nel racconto di Mike Resnick Ricordi, ma ben presto se ne pentono.
Un investigatore interstellare, Gabe Mola, è incaricato di dare la caccia a questi ladri di ricordi (chiamati “zingari delle stelle”). Cinico e romantico come un Marlowe in tuta spaziale, Mola ha al suo fianco un giovanissimo collega alle prime armi ma dalle capacità molto acute.

Il caso è sicuramente strano: questi zingari delle stelle non rubano niente, anzi rispettano alla lettera gli accordi fatti con chi si affida a loro. In cambio dei loro preziosissimi servigi chiedono cifre modeste e un oggetto di scarso valore venale che appartiene ai loro clienti, che nel momento di estrema necessità non considerano la richiesta troppo significativa e si prestano ben volentieri a questo bizzarro scambio.

Eppure.

Un racconto ben cesellato che, come il precedente di Resnick pubblicato da 40KIl panchinaro, traspone in metafora sentimenti e stati d’animo, visualizzandoli in questo caso in mondi e dimensioni extraterrestri ma non per questo meno umani.

Al lettore viene spontaneo farsi un rapido esame e sono sicuro che molti di voi penseranno – come me – che nel loro caso non funzionerebbe, non hanno oggetti dal valore affettivo così alto da farli cadere in disperazione se venissero perduti.

Eppure.

Eppure non vorrei trovarmi affatto nella condizione di dover accogliere una simile proposta, perché con i ricordi non si scherza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...