maschilismo 2.0 ovvero: donne donne è arrivato l’iPhone 4

Guardando lo spot che l’ineffabile Apple ha confezionato per la sua ultima creatura, mi sono venute in mente alcune considerazioni, tutte non rilevanti e non relative all’oggetto in sé, di cui mi importa poco o niente (tanto tra qualche mese ne verrà fuori un altro al cui confronto questo sembrerà un residuato bellico).


Lo spot, dicevo. L’avete guardato? Basta già indugiare sui primi due minuti per sospettare che l’iPhone sia lo strumento ideale per le mogli di mariti manager che viaggiano e, ovviamente di sera, dopo il duro lavoro, comunicano con la consorte che mostra loro come durante la loro assenza i figli crescono e si evolvono, li salutano – e ovviamente scappa la lacrimuccia.
Ora, non voglio nemmeno disquisire di quanto possa essere in primo luogo convincente come testimonial del prodotto il vice presidente del settore Marketing dell’iPhone e il suo accolito di collaboratori. Voglio dire, se voi andate al mercato e chiedete al fruttivendolo “come sono le mele oggi?” ovviamente non vi risponderà “fanno schifo, non le comprate”, ma sciorinerà tutto il suo più ricco patrimonio di aggettivi per decantarne le qualità, anche magari taumaturgiche. Ma questo non mi interessa, io parlo proprio dello spot girato con attori eccetera, quello delle mogli che mostrano la prole al maritino lontano, fiere – sembra – più dell’iPhone che della prole stessa. Ecco, quest’immagine mi è sembrata terribilmente vecchia, per un prodotto che vorrebbe essere così innovativo. Una visione, se mi passate il termine, “maschilista”, del mondo. Da quei sedicenti geni della Apple non era forse lecito aspettarsi qualcosa di più?
Perlomeno qualcosa di meno banale, magari di ironico. Che so io: per una volta immaginare il marito a casa (rivoluzione copernicana) in panico con pannolini e poppate che usa l’iPhone per interrompere una riunione della moglie-manager dall’altra parte del pianeta, dove è giorno e lei sta facendo un workshop a omoni irsuti che la guardano interdetti quando, allo squillare dell’aggeggio, la vedono colloquiare con il consorte circa l’uso dei biberon e le dosi di latte in polvere.
Oppure un altro marito, questa volta in panico al supermercato (possibile che quelli della Apple non abbiano mai visto mariti attaccati al cellulare nei supermarket a chiedere lumi su cosa comprare?) che disperato inquadra prodotti sugli scaffali e la moglie dall’altra parte che ride ironicamente disperata dall’ufficio e fa segno di no con la testa.
Insomma, situazioni altrettanto plausibili, comunque non improbabili, che magari sarebbero rimaste anche più impresso proprio per il fatto di essere non solo comiche, ma anche di contenere una (chissà perché) inconsueta prospettiva della realtà.
Evidentemente, anche le menti che progettano il futuro non si spingono però troppo oltre.
Proporrei quindi di promuovere l’iPhone 4 così come faceva l’arrotino quando passava per la via gridando “Donne, è arrivato l’arrotino!”. Con una carretta piena di iPhone 4 pronti all’uso.

Annunci

One thought on “maschilismo 2.0 ovvero: donne donne è arrivato l’iPhone 4

  1. elvira ha detto:

    io penso che le menti e mentucce apple si spingano invece proprio molto oltre. e sempre più il futuro vira, si capovolge e cammina all’indietro. nel futuro le donne torneranno a pulire cacche giallognole, privilegiate e uniche detentrici del potere sui pargoli. ma che figo far sapere tutto in tempo reale a padri attenti accorti e presenti 5 minuti ogni sera, video contro video. per altro tutto ciò è un avveniristico quanto rivoluzionario modo di superare il problema di separazione e divorzio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...