minimalismi fastidiosi

Sto compilando, giorno dopo giorno, l’elenco delle cose che mi danno più fastidio: non parlo in senso massimalista dell’ipocrisia, dell’arrivismo e via dicendo, quello son buoni tutti. No, parlo delle piccole cose più o meno quotidiane che proprio non sopporto. Tipo la lista all’inizio del film “Il fantastico mondo di Amelie”, avete presente? Ecco. Poi voi potete anche dirmi quali sono le vostre, di piccole idiosincrasie. Io per esempio odio:

– le briciole per terra che ci cammini sopra e senti cric cric e le porti poi ovunque
– la plastica unta (per capirci, olio sui recipienti di plastica)
– la sabbia in casa quando torni dal mare
– le tazze della colazione lasciate semivuote da mia moglie fino a sera.
– sentire il rumore di deglutizione umana di cibo/liquidi
– le briciole nel letto (ce l’ho con le briciole)

Per ora mi sembra che basti. E voi, che minimalismi fastidiosi avete?

Annunci

2 pensieri su “minimalismi fastidiosi

  1. loredana ha detto:

    le tazzine da caffè con il bordo grosso, il caffè se è poco meno che bollente. se qualcuno accanto a me si scrocchia(?) le dita, gli sportelli dei pensili aperti(sempre a casa mia!) e altre mila cose
    Indefinita

  2. mi sa che la cosa del deglutire peggiora con il passare degli anni. Forse agisce come un maledetto specchio.
    Per quel che mi riguarda, le bustine del thè lasciate nelle tazze. Gli aloni sul ripiano dei fornelli. L’odore delle tende da doccia.

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...